In Italia la salute è un diritto sancito dalla Costituzione. L’articolo 32, infatti, così stabilisce: “ La Repubblica Italiana tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo ed interesse della collettività, nel rispetto della dignità e della libertà della persona umana”.

I DIRITTI
I diritti del malato consistono in una serie di principi generali che i servizi sanitari sono tenuti a far rispettare, secondo quanto stabilito dal modello ministeriale di Carta dei servizi pubblici sanitari.
Il paziente ha il diritto di:

  • Articolo 1– Essere assistito e curato con premura e attenzione, nel rispetto della dignità umana.
  • Articolo 2– Essere sempre individuato con il proprio nome e cognome e interpellato con la particella pronominale “Lei”.
  • Articoli 3-4-5-6- Ottenere dalla struttura sanitaria informazioni complete e comprensibili in merito alla diagnosi della malattia, alla terapia proposta e alla relativa prognosi.
    Essere informato sulla possibilità di indagini e trattamenti che gli permettono di esprimere un consenso informato.
    Essere informato sulla possibilità di indagini e trattamenti alternativi, anche se eseguibili in altre strutture.
  • Articolo 7- Privacy relativa alla propria malattia ed ogni altra circostanza che lo riguardi.
  • Articolo 8- Proporre reclami che debbono essere sollecitamente esaminati, ed essere tempestivamente informato sull’esito degli stessi.

I DOVERI
I doveri del malato, stabiliti dal modello ministeriale di Carta dei servizi pubblici sanitari, consistono in una serie di norme comportamentali a cui l’utente dei servizi sanitari è gentilmente invitato ad attenersi.
Il paziente ha il dovere di:

  • Assumere un comportamento responsabile in ogni momento, nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli altri malati, con la volontà di collaborare con il personale medico, fisioterapico, infermieristico e con la direzione della sede sanitaria in cui si trova.
  • Informare tempestivamente i sanitari sulla propria intenzione a rinunciare , secondo la propria volontà, a cure e prestazioni sanitarie programmate affinchè possano essere evitati sprechi di tempo e risorse.
  • Rispettare gli ambienti, le attrezzature e gli arredi che si trovano all’interno della struttura ospedaliera, ritenendo gli stessi patrimonio di tutti e quindi anche propri.
  • Rispettare gli orari delle visite programmate e delle sedute di terapia prescritte.
  • Presentarsi all’appuntamento in condizioni di igiene adeguate